L’urlo del Mare arriva a Napoli

pubblicato il 27 Novembre 2023
Il mare di Napoli.
Download
Download is available until [expire_date]
  • Versione
  • Download 10
  • Dimensioni file 294.74 KB
  • Conteggio file 1
  • Data di creazione 27 Novembre 2023
  • Ultimo aggiornamento 27 Novembre 2023

L’urlo del Mare arriva a Napoli

L’urlo del Mare arriva a Napoli, al prestigioso Istituto il Nuovo Bianchi, per richiedere i decreti attuativi della Legge Salvamare, in particolare l’attuazione dell’Art.9 della Legge “Educazione ambientale nelle scuole per la salvaguardia dell’ambiente”, che prevede la promozione da parte del Ministero dell’istruzione, “nelle scuole di ogni ordine e grado”, di attività volte a rendere gli alunni consapevoli dell’importanza della conservazione dell’ambiente e, in particolare, del Mare e delle acque interne.

Dopo il flash-mob di Marevivo a Roma del 12 Novembre, si vuole ottenere dal Governo l’emanazione dei decreti attuativi della Legge Salvamare, legge promossa dalla Fondazione ambientalista, sostenuta da tutto il mondo del Mare in particolare, che ne ha seguito l’iter legislativo durato ben quattro anni e che è stata votata, all’unanimità, in Senato l’11 maggio 2022.
A distanza di un anno e mezzo dalla sua approvazione, però, mancano ancora i decreti attuativi per renderla operativa.
Perciò l’urlo del Mare arriva ancora più forte da Napoli e Genova, due tra le più importanti città di Mare del Paese, che chiedono al Ministero dell'Istruzione e del Merito un’azione urgente affinché i cittadini italiani abbiano la possibilità di apprendere in tutte le scuole di ordine e grado l’importanza del patrimonio marittimo del nostro Paese e diffondere la conoscenza degli strumenti adatti per difenderlo.

L’evento, voluto dalle Fondazioni Marevivo e Anton Dohrn in collaborazione con l’Istituto Il Nuovo Bianchi di Napoli e la partecipazione degli Assessori alla Pubblica istruzione del Comune di Napoli Maura Striano e dall'Assessore al Comune di Genova Marta Brusoni e dalla Sottosegretaria del Ministero della pubblica istruzione ha ospitato personalità del mondo del mare e delle scuole cittadine e ha raccolto le firme per il documento che contiene le linee guida di un possibile futuro decreto attuativo dell’articolo 9 della legge Salvamare.