La giornata della Memoria 2021

LA GIORNATA DELLA MEMORIA 2021

Il Nuovo Bianchi celebra La giornata della Memoria 2021

27 gennaio 2021

siate farfalle che volano oltre i fili spinati

Una frase di Liliana Segre che oggi, diventa un messaggio di pace per un popolo che ha subito tanto male, gli Ebrei.

Per questi è stata istituita la Giornata della Memoria, che cade il 27 gennaio di ogni anno, giorno della liberazione di Auschwitz: per commemorare le vittime dell’Olocausto e non dimenticare gli orrori del nazismo.

A voi bambini è molto difficile parlare delle crudeltà e delle infamie commesse contro l’umanità nel tempo, ma è comunque necessario perché, appunto, tali vergogne non si verifichino più.

Voi sapete che il genere umano è vario: di colori, di culture, di religioni, di usanze e di abitudini…ma questo deve portarci alla conclusione che tutte le creature umane, di qualsiasi colore, cultura, religione, usanza o abitudine, vanno comprese e rispettate.

È importante che voi sappiate che fra le tante crudeltà di uomini contro uomini c’è anche quella terribile commessa nei confronti degli Ebrei a seguito delle leggi razziali promulgate dai nazisti di Hitler dal 1933.

 

Per saperne di più:

Olocausto: parola di origine greca: olos, intero + caio, brucio: sacrificio totale di un popolo

Shoah: parola ebraica: catastrofe, sterminio del popolo ebreo

 La risoluzione ONU del 2005

 

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riunitasi il 1° novembre 2005, ha proclamato ufficialmente, in occasione dei 60 anni dalla liberazione dei campi di concentramento, il 27 gennaio Giornata Internazionale della Commemorazione in memoria delle vittime dell’Olocausto. In questo l’Italia ha anticipato di 5 anni la risoluzione dell’ONU, insieme a numerosi altri paesi che avevano istituito giornate commemorative nazionali per il 27 gennaio, come la Germania (1996) o il Regno Unito dal (2001).     

Secondo l’Assemblea Generale del 2005, ogni anno, il 27 gennaiotutti gli stati membri delle Nazioni Unite hanno il dovere di inculcare nelle generazioni future le “lezioni dell’Olocausto”. Ciò per l’educazione, la ricerca ed il ricordo di questa tragedia. Quelli che erano campi di concentramentodi lavoro e di sterminio vengono conservati. In questa giornata si condanna l’intolleranza, l’odio e l’aggressività verso persone e comunità di differenti idee religiose ed etniche.     

“Tutti coloro che dimenticano il loro passato sono condannati a riviverlo». Primo Levi